Apertura Porta della Misericordia (16 Gennaio 2016)

SANTUARIO
  STORIA
La storia del Santuario
Note storiche sull'apparizione della Madonna
Le trasformazioni
Festa del 22 di Aprile
  ARTE
  ATTIVITA'
  Dove siamo e come arrivare
  Informazioni
 
 
ATTORNO AL SANTUARIO
 
GIOVENTU' FRANCESCANA
 

LE TRASFORMAZIONI
Dopo gli interventi patrocinati da Giosia Acquaviva intorno alla metà del '600, la chiesa ha subito varie trasformazioni; alcune delle quali, dal '900, possono essere seguite perché sono state fortunosamente conservate alcune testimonianze fotografiche.
La prima foto è quella riportata in questa pagina, in cui si possono notare molti interessanti particolari:
  • la strada di accesso al Santuario è ancora appena abbozzata...
  • il portone "grande" di fronte è l'ingresso del Convento dei frati, che abitano ai primi piani dell'edificio...
  • i dintorni del Santuario risultano essere degli spazi agricoli...
  • l'ingresso della chiesa del Santuario ha un piccolo "pronao" che serviva per la sosta dei pellegrini e dei devoti, anche quando la chiesa era chiusa...
  • interessante osservare che la torre campanaria non è stata ancora incorporata del tutto nel vecchio ospedale...
Un'altra trasformazione è dimostrata da quest'altra fotografia, dove già si vede l'inglobamento totale del Campanile da parte del vecchio ospedale.
Davanti alla Chiesa c'è un certo spazio, non ancora molto curato, ma abbellito da fiori campestri. Tuttavia altre trasformazioni seguono negli anni seguenti, come si può vedere dalle altre foto delle pagine precedenti e seguenti che mostrano le trasformazioni dell'interno e dell'esterno della chiesa.
L'interno della chiesa ha subito via via modifiche profonde, fino alla trasformazione totale della chiesa, negli anni 30/50.

La foto documenta com'era l'interno della chiesetta prima degli interventi:
ol'altare maggiore è ornato dai due santi protettori: san Pietro Celestino e san Benedetto...
o la bella balaustra in ferro battuto separa il presbiterio dal corpo della chiesa
o sono ben visibili due dei quattro altari altari laterali dove erano esposti i quadri del Farelli...

Con gli interventi di recupero e di valorizzazione di tutto l'isolato del Convento e del Santuario, è stata anche restaurata la facciata della chiesa e riportata al nudo mattone.
A ricordo dell'anno giubilare è stato apposto un bei mosaico, rappresentante la glorificazione della Beata Vergine da parte della Trinità, glorificazione da cui nasce e si spande il suo splendore.


 
Santuario "Maria Ss.ma dello Splendore" - Viale dello Splendore - 64021 Giulianova (TERAMO)
 
Tutto il materiale in questo sito è vincolato alla legge sul copyright. E' vietata la
riproduzione anche parziale dei testi e della grafica in esso contenuti.
By: Frezza Network P.I. 01821400676